Bihać, vietato l’ingresso in città a 50 migranti: tornano a Sarajevo.

Bihać- Dopo il susseguirsi nelle ultime settimane di numerose proteste da parte dei cittadini, Mujo Korićić, commissario della città situata sul confine bosniaco-croato, ha deciso di vietare l’accesso al cantone Una-Sana a 50 migranti. Il treno su cui erano a bordo, proveniente da Sarajevo, è arrivato alla stazione di Bihać con quattro ore di ritardo, ad attenderlo vi erano 30 poliziotti che, una volta fatti scendere i passeggeri locali, hanno chiuso le porte, sono saliti sul convoglio spiegando ai migranti che sarebbero stati trasferiti a bordo di due pullman. Il tutto si è svolto senza particolari tensioni e, dopo alcune perquisizioni, verso le 5 del mattino i veicoli sono partiti in direzione di Hadžići, nel cantone di Sarajevo, dove è stato allestito un campo ad hoc nel quale sono stati sistemati i 50 migranti e che ospiterà chi tenterà di avvicinarsi al confine croato nei prossimi giorni.

Follow by Email
Facebook
Twitter
YouTube
YouTube
Instagram